Rapporto, abitudini e sicurezza in auto secondo gli italiani

Come usano la propria auto, le abitudini, i vizi e le manutenzioni a cui gli automobilisti italiani prestano attenzione quando sono alla guida

Secondo un’indagine del Censis, uno dei principali istituti di ricerca presenti nel nostro Paese, il rapporto degli italiani con l’automobile sembra davvero inscalfibile. L’auto rappresenta, per la maggior parte dei cittadini italiani, un punto fermo nella mobilità quotidiana e non solo. Secondo il Censis, per il 65,4% della popolazione pari a 27 milioni di persone, l’auto resta il mezzo preferito dagli italiani per spostarsi sia per andare a lavoro che nel tempo libero. Nonostante possa suonare strano infatti, l’utilizzo dell’auto è in costante aumento rispetto al passato, circa il 17% in più rispetto al 2001 usa la propria auto tutto l’anno, spesso anche durante le ferie (ben il 34,8% degli spostamenti sono per attività extra lavorative).

Le distanze percorse ogni giorno sono anche aumentate rispetto a qualche anno fa, i pendolari soprattutto si spostano di più per andare a lavorare e in media percorrono tra i 10 e i 50 km al giorno. Tutto ciò dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, che gli italiani soffrono i mezzi pubblici e prediligono quelli privati di proprietà, rispetto al passato c’è stato infatti un netto calo di utenti nel trasporto pubblico locale (metro, bus e tram) che ha fatto registrare sempre secondo il Censis, circa un -20% rispetto al 2001. Non se la passano meglio le bici e gli scooter che non piacciono molto agli italiani ed hanno visto anch’essi un consistente calo nell’uso quotidiano negli ultimi anni.

Sicurezza in auto

L’indagine poi ha sondato anche il terreno nel comparto sicurezza sempre legato al mondo automotive. Qui i risultati della ricerca sono abbastanza positivi, per gli italiani infatti la sicurezza al volante rappresenta un fattore fondamentale. I componenti dell’auto a cui gli italiani prestano maggiore considerazione sono l’efficienza dei freni (per il 71,7%), e l’usura dei pneumatici (per il 64,7%). A seguire troviamo l’olio motore, gli airbag, le cinture di sicurezza e le luci, tutti componenti a cui sono sempre rivolte particolari attenzioni. Particolare curioso emerso dall’indagine, rivela che le donne prestano maggiore attenzione allo stato di usura dei freni, mentre gli uomini ai pneumatici.

 

Non riscontrano apprezzamento tutte le nuove tecnologie di guida autonoma in fase di sperimentazione dalle case costruttrici, di cui gli italiani sembrano non fidarsi completamente (il 47,8%), solo il 30,4% risulta favorevole alla guida autonoma. Vedremo in futuro se, con lo sviluppo di queste tecnologie, questo sentimento da parte dei guidatori italiani cambierà. Secondo gli automobilisti italiani infatti, il fattore umano nella guida rappresenta un vantaggio in termini di sicurezza e affidabilità per il 35,7%. Di contro, solo il 10,5% crede che la guida automatica sia più sicura rispetto alla guida manuale. Ovviamente questo tipo di dati permetterà alle case costruttrici di farsi un’idea di massima di ciò che pensa l’automobilista e di ciò che vuole implementato in futuro sulla propria auto. Le sperimentazioni e lo sviluppo delle nuove tecnologie servono proprio a questo, e pare che al momento la guida automatica non sia una priorità per gli italiani.

Le abitudini

Secondo un’indagine svolta da Citroen chiamata “La mia vita in auto”, le abitudini, i vizi e le azioni degli automobilisti italiani sono diverse da quelle degli altri automobilisti europei (Germania, Spagna, Francia, Italia, Polonia, Portogallo e Regno Unito). Questo report mostra quanto e come trascorrono il tempo gli automobilisti all’interno della propria auto. In media gli europei trascorrono circa 4 anni della loro vita a bordo di un’automobile, ma qui svettano gli italiani con ben 5 anni e 7 mesi di vita a bordo di un’auto (il calcolo è fatto sommando il tempo trascorso in auto sia da guidatore che da passeggero).

Nota di colore riguarda le abitudini sessuali degli italiani che amano fare sesso in auto circa il doppio delle volte rispetto al resto degli automobilisti europei e si concedono momenti di intrattenimento con il proprio partner o con relazioni occasionali sia con donne conosciute nella vita reale sia online sui siti di incontri. Ma l’attività preferita dagli italiani mentre sono in auto è ascoltare musica, cantare e bere. Per quanto riguarda le donne, dall’indagine risulta che sono più vanitose rispetto alle colleghe europee, con una maggiore propensione a truccarsi e pettinarsi allo specchietto retrovisore.

Rapporto, abitudini e sicurezza in auto secondo gli italiani ultima modidfica: 2019-04-05T16:09:10+00:00 da Autohelp.it

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per una migliore navigazione.
E' possibile abilitare e disabilitare i cookie in qualsiasi momento. Cliccando su "Accetta"
permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi